Russia e Oro: cosa sta accadendo?

Il capo del parlamento russo, Pavel Zavalny, ha fatto commenti di recente affrontando il tema delle sanzioni economiche e finanziarie. È chiaro che l’oro gioca un ruolo importante nella protezione della ricchezza russa. Quel ruolo potrebbe diventare più grande e potrebbe creare un cambio di paradigma nel modo in cui il mondo fa affari.

La Russia ha molto gas naturale e petrolio e vende molto gas naturale e petrolio al mondo. Zavalny ha chiarito che la Russia è felice di vendere, in rubli:

Se vogliono comprare, lasciamo che paghino in rubli e questo è oro per noi, o pagano come è conveniente per noi o sennò niente materie prime. Quanto ai paesi amici Cina o Turchia, che non sono coinvolti nella pressione delle sanzioni, da molto tempo proponiamo alla Cina di passare agli insediamenti in valute nazionali per rubli e yuan. Con la Turchia saranno lire e rubli. L’insieme delle valute può essere diverso e questa è una pratica normale. Puoi anche scambiare bitcoin.

Zavalny ha affermato che la Russia non ha alcun interesse per i dollari, dicendo che “questa valuta si trasforma in involucri di caramelle per noi”.

In un editoriale pubblicato da MarketWatch, Brett Arends ha affermato che questo potrebbe non significare nulla. Ma potrebbe significare molto se altri paesi come Cina e India seguissero l’esempio della Russia. Come osserva Arends, molti paesi non sono entusiasti della capacità degli Stati Uniti di controllare il sistema finanziario globale con il monopolio del dollaro.

Arends afferma anche che questo si aggiunge all’argomento per avere l’oro in un portafoglio di investimenti a lungo termine.

L’oro è completamente privato. È completamente indipendente da SWIFT o da qualsiasi altro sistema bancario. E nonostante l’ascesa delle criptovalute, rimane la valuta globale più diffusa e praticabile che non è controllata da nessun singolo paese”.

Le mosse fatte dalla Russia nelle ultime settimane potrebbero rappresentare un enorme cambio di paradigma nella finanza globale. Molti paesi hanno costruito questo obiettivo per anni poiché gli Stati Uniti hanno armato il dollaro.

In effetti, la Russia ha messo il rublo su un gold standard che ora è legato al gas naturale.

La Russia detiene la quinta riserva aurea più grande del mondo. Dopo una pausa durante la pandemia di COVID-19, la Banca centrale russa ha ripreso gli acquisti di oro all’inizio di marzo prima di sospenderli nuovamente un paio di settimane dopo. La banca centrale russa ha ripreso ad acquistare oro dalle banche locali il 28 marzo a un prezzo fisso di 5.000 rubli al grammo (52 dollari al grammo).

Poiché la Russia insiste sul pagamento del gas naturale in rubli e ha collegato il rublo all’oro, il gas naturale è ora indirettamente collegato all’oro. I russi possono fare lo stesso con il petrolio, come ha spiegato ZeroHedge:

Se la Russia inizia a chiedere il pagamento per le esportazioni di petrolio con i rubli, ci sarà un immediato ancoraggio indiretto all’oro (attraverso la connessione rublo-oro a prezzo fisso). Quindi la Russia potrebbe iniziare ad accettare l’oro direttamente in pagamento per le sue esportazioni di petrolio. In effetti, questo può essere applicato a qualsiasi merce, non solo al petrolio e al gas naturale.

Quindi, cosa significa questo per il prezzo dell’oro?

Giocando su entrambi i lati dell’equazione, cioè collegando il rublo all’oro e quindi collegando i pagamenti energetici al rublo, la Banca di Russia e il Cremlino stanno alterando fondamentalmente l’intera ipotesi di lavoro del sistema commerciale globale accelerando il cambiamento nel sistema monetario globale . Questo muro di acquirenti in cerca di oro fisico per pagare merci reali potrebbe sicuramente silurare e far saltare in aria i mercati dell’oro cartaceo della LBMA e del COMEX.

Gli Stati Uniti e altre potenze occidentali hanno cercato di bloccare l’oro della Russia. Ma come spiega Arends, ciò è praticamente impossibile in effetti.

Nonostante alcuni suggerimenti ridicoli secondo cui l’Occidente potrebbe in qualche modo sanzionare “l’oro russo”, non c’è modo di risalire all’identità, alla nazionalità o alla provenienza dei lingotti. Le monete American Eagle o Krugerrand sudafricani possono essere fuse in lingotti. L’oro è oro. E qualcuno lo prenderà sempre. Porta un Krugerrand in qualsiasi grande città del mondo e troverai persone disposte e desiderose di togliertelo di dosso in cambio di qualsiasi altra valuta tu voglia.

Al prezzo attuale, l’offerta mondiale di oro è valutata a circa 13 trilioni di dollari. Riesci a immaginare dove andrebbe quel prezzo se l’oro tornasse ad essere la valuta di riserva globale? O anche se svolge un ruolo più importante nella vendita di petrolio e gas naturale.

Data la posizione dell’oro nel sistema finanziario mondiale, ha senso possederne un po’ nel tuo portafoglio.

Post a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.