La Coppock Curve

Nella rubrica indicatori, quest’oggi sono andato alla scoperta di un indicatore poco conosciuto nel mondo del forex e non solo, ovvero la coppock curve. Oltre la storia e il calcolo, ho cercato di capire come funziona sui tre time frame di riferimento: mensile, settimanale e giornaliero.

Ecco cosa tratteremo:

La sua storia

Il Coppock Curve è un indicatore di momentum sviluppato da Edwin “Sedge” Coppock, che era un professore di economia. Coppock ha introdotto l’indicatore di Barron nel mese di ottobre del 1965. L’obiettivo di questo indicatore è di identificare le opportunità di acquisto a lungo termine nello S&P500 e Dow Jones Industrials.

Il segnale è molto semplice: Coppock ha utilizzato i dati mensili per identificare opportunità di acquisto quando l’indicatore passa da positivo a negativo. Bisogna dire che Coppock non ha utilizzato questo indicatore per segnali di vendita, ma molti analisti tecnici considerano un passaggio da positivo a negativo come un segnale di vendita.

Come si calcola?

La Coppock Curve = 10-periodo WMA di 14-periodo RoC + 11-perod RoC

  • WMA = media mobile ponderata
  • RoC = Tasso di variazione

La maggior parte degli indicatori oscilla sopra e sotto la linea dello zero, compresa la Coppock curve. Coppock ha utilizzato i periodi 11 e 14 a causa (secondo un prete episcopale), del periodo di lutto medio nel momento in cui si perde una persona cara. Coppock ha teorizzato che il periodo di recupero per le perdite del mercato azionario sarebbe simile a questo lasso di tempo.

Come si utilizza questo indicatore?

Time frame mensile

Utilizzando i dati mensili, questo indicatore non innescherà molti segnali. Un segnale di acquisto si manifesta nel momento in cui il la curva supera lo zero e viceversa se rompe al ribasso. Non sorprende, ci sono stati solo tre segnali sulla coppia di valute dollaro americano dollaro canadese. Il grafico qui sotto mostra gli ultimi tre segnali.

indicatori

Time frame settimanale

Come notato sopra, la Coppock Curve è semplicemente un oscillatore. L’indicatore misura lo slancio della velocità di cambiamento e la media mobile ponderata leviga i dati. Ciò significa che l’indicatore può essere utilizzato su qualsiasi periodo di tempo: settimanale, intraday e quotidiano. Il grafico settimanale produce molti più segnali rispetto al grafico mensile.

Time frame giornaliero

Oltre ai diversi time frame, i parametri possono essere regolati per rendere l’indicatore più veloce o più lento. La maggior parte degli indicatori, con una impostazione più breve del tasso di variazione renderà la Coppock Curve più sensibile e più veloce, mentre un’impostazione più lenta lo renderà meno sensibile. L’impostazione 20,10,10, rende la Coppock Curve un po’ meno sensibile, e può essere adatto per grafici giornalieri.

Il mio consiglio anche sul time frame giornaliero è quello di lasciare i dati di default.

P.S: vuoi approfondire un Indicatore/Strategia che ti restituisce il 70% di profittabilità sul cambio EUR/USD? Vieni a scoprirlo qui: FRC!

Post a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.