Cambio EUR/GBP ad oggi 27/02/2015

Dopo due settimane torniamo a fare una analisi approfondita sul cambio euro sterlina e lo andremo ad analizzare sia da un punto di vista analitico e sia da un punto di vista grafico, con sempre i principali tre time frame di riferimento che usiamo: mensile, settimanale e giornaliero.

Il punto di vista analitico del cambio euro sterlina

Ci sono due punti di vista in ottica analitica su questo cambio che andiamo ad analizzare, ovvero:

  • Dati macroeconomici
  • COT

Dati Macroeconomici

Da un punto di vista dei dati macroeconomici, possiamo notare come la moneta di sua maestà stia vivendo un perdio molto positivo:

  • L’inflazione si mantiene stabile
  • I sussidi di disoccupazione sono stati migliori delle attese

Per quanto riguarda invece la zona euro, possiamo dire che al momento stiamo vivendo una fase di deflazione, ma spiragli si intravedono dai singoli stati, come la Spagna che ha fatto segnare un PIL che nessuno si aspettava.

COT

Da un punto di vista del COT invece non abbiamo nulla da segnalare sull’euro, mentre sulla sterlina i grandi investitori si stanno risvegliando, andando a riacquistare questa moneta. Possiamo notare come:

  • Il Cot Index sia passato dal 9% di due settimane fa al 23% della scorsa
  • Anche le Net Position sono passate da -38.000 a -28.000 contratti

Il punto di vista grafico del cambio euro sterlina

Passiamo ad un punto di vista grafico per quanto riguarda il cambio preso in considerazione, ed andremo ad analizzare i tre time frame di riferimento.

Mensile (Monthly)

Su questo time frame è nettamente visibile quello che sta accadendo al cambio euro sterlina, il trend di fondo è nettamente ribassista, e questo ci viene confermato sia dalle Medie Mobili, e sia dagli indicatori come RSI e MACD. Sarà interessante capire (sul daily) se nei prossimi giorni/settimane ci potrà essere un rimbalzo oppure no, anche se dalla Grecia non arrivano rassicurazioni.

cambio euro sterlina

Settimanale (Weekly)

Da un punto di vista settimanale andiamo a confermare tutto quello che abbiamo detto pocanzi.

Giornaliero (daily)

Su questo time frame possiamo notare come quello che abbiamo detto nel monthly sia confermato anche sul daily, tutte e tre le medie mobili (7, 21 e 50 periodi) sono orientate al ribasso e stessa cosa ci dice l’RSI che si trova in zona ipervenduto e MACD al di sotto dello 0.

Come detto pocanzi, le rassicurazioni su una eventuale non uscita della Grecia dall’Europa sono svanite qualche giorno fa, mentre l’economia inglese sta macinando risultati positivi che portano ovviamente ad un rafforzamento della sterlina. Una ripresa dell’euro potrebbe avvenire se il cambio euro sterlina riuscisse a rompere con convinzione prima il livello posto a 0,7372 e successivamente a 0,7445.

Post a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.