Cambio EUR/GBP ad oggi 11/03/2015

Oggi facciamo una analisi approfondita sul cambio euro sterlina e l’ andremo ad analizzare sia da un punto di vista analitico e sia da un punto di vista grafico, con sempre i principali tre time frame di riferimento che usiamo: mensile, settimanale e giornaliero.

Il punto di vista analitico del cambio euro sterlina

Ci sono due punti di vista in ottica analitica su questo cambio che andiamo ad analizzare, ovvero:

  • Dati macroeconomici
  • COT

Dati Macroeconomici

Da un punto di vista dei dati macroeconomici, possiamo fin da subito riportare una notizia molto importante, che è stata attesa da tutti i grandi investitori: l’inizio del QE. Quest’ultimo è stato avviato dalla BCE nella giornata di lunedì.

Per quanto riguarda invece la moneta di sua maestà, nell’ultima settimana ha ottenuto ottimi dati macroeconomici, infatti possiamo notare i seguenti dati:

  • Indice PMI maggiore delle attese (54,1 contro il 53,4 previsto)
  • Tasso di Interesse stabile

Nella giornata di domani conosceremo un altro dato macroeconomico molto importante come la produzione manifatturiera. Se il dato sarà positivo, si può dire senza alcun dubbio che la ripresa economica inglese è in netto miglioramento.

COT

Da un punto di vista del COT possiamo notare come la sterlina, fino a due settimane fa, era acquistata dai grandi investitori. Nell’ultima rilevazione fatta (venerdì 6 marzo), possiamo notare come la situazione sia rimasta tutto sommato immutata, con solamente piccola variazioni sia nel Cot Index e sia nelle Net Position.

Per quanto riguarda invece la moneta del vecchio continente, i grandi investitori tornano ad acquistare Euro, ma se vuoi avere un resoconto dettagliato leggi l’articolo “Cambio euro dollaro ad oggi 10/03/2015“)

Il punto di vista grafico del cambio euro sterlina

Passiamo ad un punto di vista grafico per quanto riguarda il cambio preso in considerazione, ed andremo ad analizzare i tre time frame di riferimento.

Mensile (Monthly)

Su questo time frame possiamo notare come il trend in atto è nettamente ribassista, infatti negli ultimi 4 mesi il prezzo è passato da 0,7750 a 0,7085 (prezzo che sta battendo il mercato nel momento in cui sto scrivendo l’articolo). Da un punto di vista degli indicatori, vediamo come il MACD sia ancora al di sotto dello 0, mentre l’RSI si trova al momento in zona ipervenduto. Visto come è iniziato questo mese (ricordandoci che siamo solamente all’11 di marzo) prevediamo una chiusura in negativo, ma dal prossimo ci aspettiamo un rimbalzo da parte del prezzo.

Settimanale (Weekly)

Da un punto di vista settimanale andiamo a confermare tutto quello che abbiamo detto pocanzi, anzi al momento il prezzo si trova all’interno di un canale ribassista sul cambio euro sterlina.

Giornaliero (daily)

Su questo time frame possiamo notare come le cose dette pocanzi, rispecchino in pieno quello che sta accadendo sul daily. Medie Mobili (7, 21 e 50 periodi) orientate al ribasso, RSI che si trova in zona ipervenduto mentre il MACD continua a stazionare al di sotto dello 0. Il primo supporto valido che troviamo (per un ipotetico rimbalzo) si trova in zona 0,70/0,69.

cambio euro sterlina

Post a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.