Il Silver (XAG/USD) e la sua storia nel Forex


Rieccoci con il nostro appuntamento settimanale che tratta ogni settimana una coppia di valute nel forex.

La scorsa settimana vi abbiamo parlato del GOLD, oggi invece parleremo del Silver.

Organizziamo sempre questa rubrica in 4 semplici passi:

  1. L’inizio delle contrattazioni nel mercato del forex
  2. I maggiori massimi e minimi della materia prima presa in considerazione
  3. Cosa dice il COT
  4. Analisi forex di breve periodo

Inizio delle contrattazioni nel forex e massimi e minimi assoluti

L’inizio delle contrattazioni su questa materia prima (sulla nostra piattaforma) risalgono ai primi mesi del 1984. L’andamento del Silver comunque rimane molto lineare, per poi avere una accellerata nei primi anni del 2000.

Massimi e minimi assoluti

Il minimo assoluto del silver (XAG/USD) lo abbiamo ottenuto nel marzo del 1993 ad un prezzo di 3,519.

Il massimo assoluto invece lo abbiamo ottenuto qualche anno fa, ovvero nell’aprile del 2011 ad un prezzo di 49,563.

forex

COT e analisi di breve periodo sul Silver

Attraverso il COT possiamo vedere che fase di mercato sta attraversando la coppia di valute che stiamo analizzando nel mondo del forex. A cosa ci serve? A posizionarci in scia degli istituzionali oppure dei grandi fondi speculativi. Abbiamo parlato molto del COT nel forex in articoli precedenti e non staremo a dilungarci troppo.

Da un punto di vista del COT invece, possiamo notare come i grandi investitori credano in un rialzo ulteriore di questa materia prima. Infatti i dati sono i seguenti: abbiamo avuto un aumento nell’ultima settimana di 3.000 unità per un totale di 65.000 contratti long,  invece per quanto riguarda i contratti short abbiamo un totale di 12.000 unità (in diminuzione dalla precedente settimana). Anche da un punto di vista numerico dei trader non ci sono dubbi, infatti abbiamo 86 trader posizionati al rialzo e solamente 35 posizionati al ribasso.

Analisi di Breve Periodo

Come sempre andiamo ad analizzare i tre time frame principali ovvero: monthly, weekly e daily.

Monthly (mensile): Su questo time frame possiamo notare come il trend sia nettamente ribassista, il prezzo è tornato a ritestare l’ area dei 17.000 che aveva toccato nel 2008. Al momento le medie mobili sono nettamente ribassiste, l’RSI sta cercando di allontanarsi dalla zona di ipervenduto mentre il MACD si trova in una fase di stallo.

Weekly (settimanale): Su questo time frame non si fa altro che confermare quello detto  pocanzi.

Daily (giornaliero): Su questo time possiamo vedere come il trend di fondo in atto sia ribassista, ma nelle ultime settimane siamo davanti ad un ritracciamento e perciò ad un conseguente uptrend. Da un punto di vista degli indicatori, l’RSI si trova vicino alla zona di ipervenduto mentre il MACD si ritrova al di sotto dello 0. Il prezzo al momento sta rimbalzando su due medie mobili importanti come quella a 21 e 50 periodi, mentre quella più veloce si trova al di spora della candela che si è venuta a formare nella giornata di ieri.

Scrivi un commento

visualizzare tutti i commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi. I campi obbligatori contrassegnati come *