EUR/CHF ad oggi 14/04/2015


Dopo qualche settimana, torniamo sul cambio euro franco svizzero, uno dei nostri cambi di riferimento e lo andremo ad analizzare sia da un punto di vista analitico e sia da un punto di vista grafico, con sempre i principali tre time frame che usiamo: mensile, settimanale e giornaliero.

Paragrafi principali:

Il punto di vista analitico del cambio euro franco svizzero

Ci sono due punti di vista in ottica analitica su questo cambio che andiamo ad analizzare, ovvero:

  • Dati macroeconomici
  • COT

Dati Macroeconomici

Da un punto di vista macroeconomico, sulla moneta del vecchio continente la scorsa settimana abbiamo avuto i seguenti dati:

  • Inflazione: -0,1 in linea con i dati previsti dagli analisti
  • Tasso di disoccupazione: 11,3% in leggero aumento rispetto alla previsione degli analisti (11,2%)

Per quanto riguarda invece il franco svizzero, non abbiamo nessun dato macroeconomico importante da segnalarvi.

COT

Da un punto di vista del COT, possiamo notare come abbiamo avuto una variazione del Cot Index sull’euro. Infatti siamo passati dallo 0% all’11% (situazione che non cambia molto il quadro generale, ma può essere un piccolissimo passo verso una probabile inversione di trend).

Per quanto riguarda il franco svizzero, rispetto a due settimane fa da un punto di vista delle Net Position non abbiamo avuto nessun grande cambiamento, mentre sul Cot Index siamo passati dal 78% al 92%.

Il punto di vista grafico

Passiamo ad un punto di vista grafico per quanto riguarda il cambio euro franco svizzero, ed andremo ad analizzare i tre time frame di riferimento.

Mensile (Monthly)

Nel mese di marzo il cambio euro franco svizzero ha chiuso vicino ai minimi di febbraio (1,0347), e dopo 13 giorni di contrattazione nel mese di aprile possiamo vedere come il prezzo stia oscillando proprio in quella fascia. Possiamo notare come  la candela venutasi a creare il mese scorso abbia volumi nettamente più alti rispetto al solito e rispetto al grande crollo che si è avuto nel mese di gennaio (se non ti ricordi cosa è successo, puoi leggere questo articolo: “Cambio euro franco svizzero, ecco quello che è successo” ).

I contratti scambiati nel mese di marzo si sono attestati a 2.800.000 rispetto a gennaio e febbraio dove abbiamo avuto rispettivamente 2.500.000 e 2.300.000.

Da un punto di vista degli indicatori:

  • L’RSI si trova in zona ipervenduto
  • MACD al di sotto dello 0 insieme all’istogramma
  • Medie Mobili al di sopra del prezzo

Settimanale (Weekly)

Su questo time frame andiamo a confermare quello che abbiamo detto nel precedente time frame.

Giornaliero (daily)

Sul giornaliero la situazione non cambia molto rispetto a quello che abbiamo detto nel time frame mensile. Nella giornata di venerdì il prezzo ha rotto con decisione il supporto a 1,0404 e prevediamo che il cambio euro franco svizzero possa arrivare a toccare zona 1,0200. Gli indicatori al momento ci dicono la stessa cosa che abbiamo detto pocanzi.

cambio euro franco svizzero

Sondaggio

La scorsa volta, tutti voi avete votato ed avevate previsto giustamente (al 100%) la direzione short di questo cambio di valute.

[poll id=”10″]

Scrivi un commento

visualizzare tutti i commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi. I campi obbligatori contrassegnati come *