Dollaro neozelandese yen ad un bivio!


Interessante scenario che si è venuto a creare su questa coppia valutaria dollaro neozelandese yen.Cosa fare e come comportarsi? Scoprilo continuando nella lettura di questo articolo!

Il punto di vista analitico del cambio NZDJPY

  • COT

COT

Da un punto di vista del COT, il dollaro neozelandese continua la sua discesa e continuano ad aumentare i contratti short da parte dei grandi investitori.

Per quanto riguarda lo yen, al momento i grandi investitori stanno vendendo contratti long a discapito di quelli short. Infatti nelle ultime settimane siamo passati da -131.000 a -139.000 unità, aumentando quindi le posizioni ribassiste.

Per approfondire…

Il punto di vista grafico del cambio dollaro neozelandese yen

Passo ad un punto di vista grafico per quanto riguarda il cambio dollaro neozelandese yen, ed andrò ad analizzare i tre time frame di riferimento.

Mensile (Monthly)

Su questo time frame, puoi notare come il prezzo attualmente si trovi all’interno di un canale statico compreso tra 82.87 (resistenza) e 76.62 (supporto), quindi sarà interessante capire se il prezzo continuerà la sua discesa oppure rimbalzerà come ha già fatto ad aprile di quest’anno.

Se dovesse rompere al ribasso, ci proietteremmo fino in area 73.56.

Da un punto di vista degli indicatori, abbiamo un MACD al di sotto dello 0 con il suo relativo istogramma, un RSI che oscilla nella sua zona centrale, mentre le medie mobili esponenziali sono tutte piatte.

Settimanale (Weekly)

Su questo time frame confermo quello che ho detto nel mensile.

Giornaliero (Daily)

Su questo time frame, puoi notare nel dettaglio quello che ti ho spiegato nel precedente time frame. Qui si “giocherà la partita più importante” in questo momento per il cambio dollaro neozelandese yen. Rimbalzerà come è già successo in precedenza oppure romperà al ribasso? Se dovesse verificarsi questa ultima soluzione, allora ci proietteremmo al ribasso fino in zona 75.10 e successivamente in area 73.56.

Da un punto di vista degli indicatori, abbiamo un MACD al di sotto dello 0 con il suo relativo istogramma, un RSI che sta cercando di allontanarsi dalla zona di ipervenduto, mentre le medie mobili esponenziali sono tutte orientate al ribasso.

CONSIGLIO OPERATIVO: aspettiamo il prezzo prima di aprire eventuali posizioni al rialzo o al ribasso.

dollaro neozelandese yen

Scrivi un commento

visualizzare tutti i commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi. I campi obbligatori contrassegnati come *