Cambio Euro Sterlina ad oggi 17/12/2015


Dopo due settimane, torniamo sul cambio euro sterlina, uno dei nostri cambi di riferimento e lo andremo ad analizzare sia da un punto di vista analitico e sia da un punto di vista grafico, con sempre i principali tre time frame che usiamo: mensile, settimanale e giornaliero.

Paragrafi principali:

Il punto di vista analitico del cambio euro sterlina

Ci sono due punti di vista in ottica analitica su questo cambio che andiamo ad analizzare, ovvero:

  • Dati macroeconomici
  • COT

Dati Macroeconomici

Per quanto riguarda l’euro, abbiamo avuto i seguenti dati:

  • Sentimenti fiducia Zew: il dato è stato inferiore alle attese degli analisti
  • Indice PMI: il dato è stato superiore alle attese degli analisti
  • IPC: il dato è stato superiore alle attese degli analisti

Per quanto riguarda la valuta di sua maestà invece:

  • Produzione manifatturiera: il dato è stato inferiore alle attese degli analisti
  • Tasso di interesse: il dato ha rispettato le attese degli analisti
  • IPC: il dato ha rispettato le attese degli analisti

COT

Da un punto di vista del COT abbiamo un euro molto debole, anche se i dati ci mostrano che nell’ultima settimana i grandi investitori abbiano chiuso 10.000 contratti short. Di queste chiusure ne ha beneficiato la forza degli investitori (Cot Index), passando dallo 0% all’8% (dato che comunque rimane ancora molto debole).

Per quanto riguarda la sterlina invece, abbiamo una netta ripresa delle Net Position, infatti siamo passati da -32.000 a -23.000 contratti, segno che al momento gli investitori stanno chiudendo contratti short. Anche il Cot Index sta beneficiando di questa ripresa, passando dallo 0% del 24 novembre al 22% della scorsa settimana.

Il punto di vista grafico del cambio euro sterlina

Passiamo ad un punto di vista grafico per quanto riguarda il cambio euro sterlina, ed andremo ad analizzare i tre time frame di riferimento.

Mensile (Monthly)

Su questo time frame possiamo notare come il cambio euro sterlina sia in una fase di lateralità, compresa tra la resistenza posta in area 0,7480 e il supporto in area  0,70. Ovviamente arriviamo da un trend ribassista (come sul cambio euro dollaro), e sarà interessante vedere nelle prossime settimane se questa coppia di valute avrà la forza necessaria per continuare il suo ribasso.

Da un punto di vista degli indicatori abbiamo un MACD al di sotto dello 0 con il suo relativo istogramma, l’RSI sta cercando di allontanarsi dalla zona di ipervenduto mentre le medie mobili esponenziali sono tutte ancora orientate al ribasso.

Settimanale (Weekly)

Su questo time frame andiamo a confermare quello che abbiamo detto nel precedente time frame.

Giornaliero (daily)

Su questo time frame possiamo notare meglio la situazione di stagnazione da parte del cambio euro sterlina. Il consiglio che al momento dò è quello di aspettare, visto che ci troviamo nella fase centrale del canale.

Da un punto di vista degli indicatori abbiamo un MACD al di sopra dello 0 con il suo relativo istogramma, l’RSI oscilla vicino la zona di ipercomprato mentre le medie mobili esponenziali sono tutte molto piatte.

cambio euro sterlina

Scrivi un commento

visualizzare tutti i commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi. I campi obbligatori contrassegnati come *