Cambio euro dollaro ad oggi 24/03/2015


Dopo due settimane, torniamo sul cambio euro dollaro, uno dei nostri cambi di riferimento e lo andremo ad analizzare sia da un punto di vista analitico e sia da un punto di vista grafico, con sempre i principali tre time frame che usiamo: mensile, settimanale e giornaliero.

Paragrafi principali:

Il punto di vista analitico del cambio euro dollaro

Ci sono due punti di vista in ottica analitica su questo cambio che andiamo ad analizzare, ovvero:

  • Dati macroeconomici
  • COT

Dati Macroeconomici

Per quanto riguarda il dollaro americano, bisogna aspettare il pomeriggio visto che ci saranno una serie di dati macroeconomici importanti.

Possiamo notare invece come nella giornata odierna siano usciti i seguenti dati sull’euro:

  • Indice PMI Purchasing Managers: 51,9 dato migliore rispetto alle attese degli analisti
  • Indice Markit PMI Composito: 54,1 dato migliore rispetto alle attese degli analisti
  • Indice direttori Acquisti Terziario: 54,3 dato migliore rispetto alle attese degli analisti

COT

Da un punto di vista del COT invece notiamo come sul dollaro, i grandi investitori, non abbiano fatto nessun grande cambiamento.

Per quanto riguarda l’euro, da un punto di vista delle Net Position non abbiamo avuto nessuna variazione mentre sul Cot Index invece siamo passati dal 21% al 3%. Quest’ultimo dato ci fa riflettere e pensare che al momento l’euro potrebbe non essere così forte come si crede.

Il punto di vista grafico del cambio euro dollaro

Passiamo ad un punto di vista grafico per quanto riguarda il cambio euro dollaro, ed andremo ad analizzare i tre time frame di riferimento.

Mensile (Monthly)

Su questo time frame si sta venendo a creare un pin-bar, qualche settimana fa nell’articolo “Cambio EUR/USD ad oggi 10/03/2015” parlavamo della situazione non proprio brillante dell’euro sul dollaro e al momento questa situazione si è quasi stravolta.

Comunque da un punto di vista degli indicatori non abbiamo avuto grandi cambiamenti, perciò se volete approfondire non esitate a leggere l’articolo citato pocanzi.

Settimanale (Weekly)

Su questo time frame andiamo a confermare quello che abbiamo detto nel precedente time frame.

Giornaliero (daily)

Su questo time frame, abbiamo parlato del cambio euro dollaro nell’articolo “Riassunto settimana forex” dove abbiamo avuto un aumento di volatilità a partire dalla giornata di mercoledì scorso, dopo le parole del presidente della FED.

Da un punto di vista tecnico possiamo notare le seguenti cose:

  • Rottura della resistenza posta a 1,0641
  • Le due medie mobili (7 e 21 periodi) si trovano al momento al di sotto del prezzo, e questo da un punto di vista grafico è un segnale di forza long, bisogna solamente aspettare l’incrocio per confermare quello che abbiamo detto pocanzi
  • L’RSI si sta avvicinando alla zona di ipercomprato e il MACD si trova ancora al di sotto dello 0 ma l’istogramma si trova già in terreno positivo.

cambio euro dollaro

Sondaggio

[poll id=”4″]

Scrivi un commento

visualizzare tutti i commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi. I campi obbligatori contrassegnati come *