Sprofondo giallo sull’oro


L’oro ha risentito nelle ultime settimane la politica monetaria imbastita dalla Federal Reserve, infatti abbiamo assistito ad uno sprofondo giallo da parte di questa materia prima. Adesso cosa ci dobbiamo aspettare e quali possono essere gli scenari futuri nelle prossime sedute di contrattazione del mercato?

Paragrafi principali:

  • Analisi Grafica
  • Video Analisi

Il punto di vista grafico del prezzo oro

Passo ad analizzare la situazione da un punto di vista grafico per quanto riguarda il gold, ed andrò ad analizzarlo sui tre time frame di riferimento.

Mensile (Monthly)

Su questo time frame, la situazione non è cambiata molto rispetto all’ultima analisi fatta due settimane fa, di conseguenza ti consiglio la lettura del seguente articolo: “Il gold al momento è in ostaggio di Janet Yellen

Settimanale (Weekly)

Su questo time frame confermo tutto quello che ho detto precedentemente.

Giornaliero (daily)

Su questo time frame, puoi notare come il prezzo dopo aver rotto la trend line ascendente (tracciata a partire da dicembre dell’anno scorso), l’oro abbia cominciato la sua lenta discesa, rompendo i supporti statici in area:

  • 1244 dollari l’oncia
  • 1223 dollari l’oncia

Adesso sarà interessante vedere prima di tutto se questa materia prima andrà a toccare la resistenza statica posta in area 1.200 dollari l’oncia, e una volta lì capire se continuerà il suo ribasso fino ad arrivare a 1.180 dollari l’oncia oppure tentare un rimbalzo estremo, per tornare almeno in area 1223 dollari e da lì capire se c’è voglia di risalire o è solamente un classico ritracciamento del mercato.

Da un punto di vista degli indicatori, abbiamo un MACD al di sotto dello 0 con il suo relativo istogramma, un RSI che si sta avvicinando alla zona di ipervenduto mentre le medie mobili esponenziali sono tutte orientate al ribasso.

CONSIGLIO OPERATIVO: aspettiamo che il prezzo arrivi a toccare area 1.200 dollari l’oncia prima di aprire eventuali posizioni al rialzo o al ribasso.

oro

Video Analisi

Scrivi un commento

visualizzare tutti i commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi. I campi obbligatori contrassegnati come *