Le previsioni del Petrolio per le prossime due settimane


La previsione petrolio per le prossime due settimane al momento rimane rialzista, ovviamente se il prezzo non dovesse rompere al ribasso il supporto/resistenza in area 50 dollari al barile. Fin dove ci possiamo spingere con questa materia prima?

Paragrafi principali:

  • Analisi Analitica
  • Analisi Grafica

Il punto di vista fondamentale del petrolio

Ci sono tre punti di vista in ottica analitica su questo cambio che andiamo ad analizzare, ovvero:

  • Dati macroeconomici
  • COT

Dati Macroeconomici

Nessun dato macroeconomico al momento è balzato agli onori della cronaca su questa importante materia prima. Ti ricordo che nella giornata di mercoledì, saranno pubblicati sul calendario economico i dati sulle scorte di greggio.

COT

Da un punto di vista del COT, si può notare come i gradi investitori continuino ad acquistare contratti long a discapito di quelli short, infatti siamo passati sul Cot Index dal 94% al 100% della scorsa settimana. Quindi, per quanto riguarda l’aspetto fondamentale abbiamo una vision rialzista.

Previsione petrolio da un punto di vista grafico

Adesso passo ad un punto di vista grafico per quanto riguarda il petrolio, ed andrò ad analizzare i tre time frame di riferimento.

Mensile (Monthly)

Su questo time frame, due settimane fa parlavamo di una resistenza molto importante che era quella dei 48 dollari al barile. Bene nel giro di 14 giorni, adesso la resistenza da tenere in considerazione è quella dei 50$. Ovvio che se il mese chiudesse in questo modo, ovvero al di sopra dell’ultima resistenza citata pocanzi, avremmo delle vision rialziste fino in area 56 dollari.

Da un punto di vista degli indicatori, abbiamo un MACD al di sotto dello 0 ma non con il suo relativo istogramma, un RSI che si sta allontanando dalla zona di ipervenduto mentre le medie mobili esponenziali si stanno orientando al rialzo.

Settimanale (Weekly)

Su questo time frame confermo quello che ho detto nel mensile.

Giornaliero (daily)

Su questo time frame, vediamo nel dettaglio quello che ho descritto nel mensile. Il prezzo sta rimbalzando da alcuni giorni sul supporto/resistenza in area 50$, quindi a meno di rotture al ribasso, al momento la previsione petrolio rimane rialzista. Se avessimo invece una rottura al ribasso, l’area dei 48 dollari al barile sarebbe la prima zona di supporto per il petrolio.

Da un punto di vista degli indicatori, abbiamo un MACD al di sopra dello 0 con il suo relativo istogramma, un RSI che si sta allontanando dalla zona di ipercomprato mentre le medie mobili esponenziali sono ancora tutte orientate al rialzo.

CONSIGLIO OPERATIVO: aspetterei questa materia prima in zona 51$, prima di aprire posizioni al rialzo.

previsione-petrolio

Scrivi un commento

visualizzare tutti i commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi. I campi obbligatori contrassegnati come *