Le Medie Mobili, che cosa indicano nel forex?


Rieccoci cari amici e care amiche di Forex Trading Pratico con un nuovo articolo, e quest’oggi andremo a parlare di medie mobili, cosa sono e a cosa servono.

Fino ad adesso abbiamo visto come tracciare le trendline, come utilizzare i supporti e resistenze e quindi adesso è arrivato il momento delle medie mobili. Quest’ultime non sono altro che una media (storica) di tutti i prezzi di una coppia di valuta, il cui scopo principale è quello di capire la tendenza del nostro prezzo nel breve/medio/lungo periodo.

Ecco di cosa parliamo nell’articolo:

Tipi di Medie Mobili

Non abbiamo solamente un tipo di media mobile, ma nel forex come nei mercati azionari, ne abbiamo più di una e adesso andiamo ad analizzarle:

  • Media Mobile Semplice: la classica media che si calcola anche nelle scuole, ovvero sommando i prezzi di chiusura di un numero di candele stabilito, il tutto dividendolo per il numero complessivo dei giorni presi in considerazione. La nota dolente di questa media è che non fa nessuna differenza tra gli ultimi prezzi e quelli storici.
  • Media Mobile Ponderata: questo tipo di media tiene in considerazione i prezzi più recenti (perciò riusciremo a capire meglio l’andamento del prezzo) rispetto a quelli passati, e questo è un vantaggio in più rispetto alla media mobile precedentemente analizzata.
  • Media Mobile Esponenziale: ultima media ma non meno importante (anzi è quella più usata nel mondo del trading) è questa, che si differenzia da quella precedente perchè tiene in considerazione una lunga serie di prezzi storici ed attribuisce maggior peso a quelli recenti.

Trading con una media mobile esponenziale

Come si può leggere dal titolo del nostro paragrafo, possiamo fare trading sia con una media mobile esponenziale e sia con due e noi vi spiegheremo entrambe le situazioni.

Il trading con una media mobile esponenziale è molto semplice ma lascia molti dubbi al trader neofita, che in determinati momenti potrebbe non saper cosa fare. Prima di tutto bisogna impostare il valore della nostra media mobile, e noi vi consigliamo questi valori:

  • Trading breve termine: usiamo il valore 7, che si rifà principalmente al valore delle ultime sette candele
  • Trading di medio termine: impostiamo il valore 21.

Per fare un buon trading bisogna stare attenti a come è posizionata la nostra media rispetto alle ultime candele prese in considerazione, ovvero:

  • Se la media mobile presa in considerazione è sotto le candele, con tutta probabilità quel trend sarà crescente

trand crescente

  • Se la media mobile presa in considerazione è sopra le candele, con tutta probabilità quel trend sarà decrescente

Trand ribassista

 Trading con due medie mobili esponenziali

Utilizzando due medie mobili si hanno più sicurezze con il trading, si evitano falsi segnali ed è quella che vi consigliamo noi di Forex Trading Pratico. Per fare trading con due medie e capire in che direzione sta andando il prezzo bisogna vedere:

  • Se la media mobile più veloce (7) incrocia dal basso verso l’alto quella più lenta (21) è un classico segnale d’acquisto.

Trend rialzista

  • Se la media mobile più veloce (7) incrocia dall’alto verso il basso quella più lenta (21) è un chiaro segnale di vendita.

Ribassista

Adesso tocca a voi, acquistate o vendete? 

6 Comments

Scrivi un commento
  1. Gianni
    febbraio 29, 13:02 Gianni

    Quale timeframe va’ utilizzato per la doppia media mobile esponenziale?
    Tale strategia è applicabile anche alle azioni?

    Rispondi a questo commento
    • Luca Luongo
      febbraio 29, 13:10 Luca Luongo

      Buongiorno Gianni,

      Può utilizzare le due medie mobili esponenziali su qualsiasi time frame, e la strategia può essere applicata anche alle azioni.

      Se ha altri dubbi o curiosità non esiti a chiedere!

      Rispondi a questo commento
  2. Gianni
    febbraio 29, 14:40 Gianni

    Grazie per avermi risposto.
    Dato che ho appena iniziato il mio percorso nel trading ( con conto demo ) in ambito azionario vorrei capire e comprendere i concetti che stanno alla base di una ottimale strategia.

    In particolare secondo Lei :

    1) per chi vuole sfruttare a proprio vantaggio (ovviamente) le oscillazioni di prezzo che si verificano giornalmente, quale sistema è opportuno e conveniente utilizzare ?

    – Utilizzare la doppia M.M. esponenziale (7-21) su Timeframe quale?

    – Utilizzare la doppia M.M esponenziale (100 – 200) su Timeframe 15 min

    – Utilizzare la tripla M.M esponenziale (7-21-50) su Timeframe quale?

    – gli indicatori tecnici piu’ affidabili per evitare falsi segnali quali sono?

    Grazie ancora

    Rispondi a questo commento
    • Luca Luongo
      marzo 01, 12:09 Luca Luongo

      Buongiorno Gianni,

      E’ un mio dovere risponderle, visto che pone domande sul mio sito!

      Allora per quanto riguarda l’avere una strategia e cosa c’è dietro, ti consiglio di contattarmi al mio indirizzo email: luca@forextradingpratico.com.

      Per quanto riguarda le domande sulle medie mobili esponenziali ti consiglio i seguenti time frame:

      – L’utilizzo della M.M esponenziale (7-21) te la consiglio sui time frame minori al 4H.
      – L’utilizzo della M.M esponenziale (100-200) te la consiglio su time frame settimanali/mensili.
      – L’utilizzo della M.M esponenziale (7-21-50) te la consiglio su time frame giornalieri.

      Secondo me l’indicatore migliore è il MACD utilizzato insieme all’RSI.

      Se hai altri dubbi o curiosità, contattami!

      Rispondi a questo commento
  3. Gianni
    marzo 14, 17:34 Gianni

    Buonasera Luca, ho provato ad utilizzare i setup suggeriti ma non ho risultati degni di nota.In genere in che misura e come si stabilisce la durata di un trend al fine di poter comprendere come impostare Take Profit e Stop Loss?

    Rispondi a questo commento
    • Luca Luongo
      marzo 14, 19:31 Luca Luongo

      Buonasera Gianni,

      Allora basare il proprio trading solamente sulle medie mobili esponenziali non è giusto, devi accompagnarle almeno da qualche indicatore. La durata di un trend non la stabilisci te, ma il mercato e ti devi basare sul passato e vedere come si comporta il prezzo in futuro, ovvio una rottura (di una trendline) ti deve far riflettere!

      Rispondi a questo commento

Scrivi un commento

visualizzare tutti i commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi. I campi obbligatori contrassegnati come *