Gann e le sue regole d’oro nel trading


La settimana scorsa in un articolo abbiamo incominciato a parlare di William Delbert Gannuno dei più grandi trader al mondo che sia esistito agli inizi del 1900 e che ha calcato la più famosa piazza del mondo ovvero quella di Wall Street. In questo articolo andremo a parlare delle sue regole d’oro per fare trading su qualsiasi asset finanziario che usate.

Le regole di Gann per un buon trading

Come abbiamo detto pocanzi, Gann pensava che per un buon trading (dopo anni di esperienza) era indispensabile seguire alcune regole fondamentali e non andar contro di esse. Noi in questo articolo te le scriviamo e mi raccomando cerca di seguirne il più possibile.

Nota! Prima di iniziare prendi carta e penna come ho fatto io, e vedi quelle che stai già rispettando oppure no, e su quest’ultime chiediti il perché non lo fai.

gann

Usa gli ordini di protezione

Usa sempre gli Stop Loss per determinare sempre la massima perdita che sei disposto a subire, ed evitare di perdere tutto inutilmente.

Non fare over – Trading

Se operi su un solo mercato con pochi titoli questa è la situazione ottimale. Cercare di operare su troppi titoli e più mercati non è una situazione ottimale, perché si potrebbero perdere strada facendo alcuni ingressi importanti.

Dividi il tuo capitale (utilizza un buon money management)

Gann diceva sempre di dividere il proprio capitale da investire in 10 parti uguali e per ogni transazione usare solamente la decima parte. Oggi giorno diremmo di adottare un buon money management.

Non permettere che un profitto diventi una perdita

Gli stop loss servono proprio a questo, nel momento in cui sei in profitto, porta il tuo Stop Loss a break – even (al prezzo di apertura), cosicché da non far diventare il tuo profitto una perdita.

Non mettersi mai contro trend

Questa era un’altra regola di Gann, secondo lui i contro trend erano insidiosi ed erano più le volte che perdevi il trade che quelle che vincevi.

Il dubbio? Il peggior nemico di noi trader

Entro o non entro? Non era proprio il dilemma di Shakespeare, ma di noi trader si ed ecco perché secondo Gann era meglio non entrare se si era in dubbio.

Evitate di entrate ed uscire dal mercato troppo spesso

Fare over – trading può portare ad un livello di stress troppo elevato che molte volte potremmo regalare i nostri soldi ai nostri broker.

Riducete il trading dopo una perdita

Questa è una regola molto importante sia secondo me che secondo Gann, se dopo una perdita continuiamo a fare trading il nostro stato emotivo e di conseguenza il nostro trading ne risentirà. Come si dice, le vendette (in questo caso nei confronti del mercato) va servito su un piatto freddo.

Queste sono le regole principali e fondamentali del più grande trader dello scorso secolo, se volete potete seguirle sennò potete continuare sulla vostra strada (ultima regola di Gann, non seguite i trader che sanno meno di voi!)

Scrivi un commento

visualizzare tutti i commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi. I campi obbligatori contrassegnati come *