Analisi del trading su più time frame: è così necessario?


Non è raro che i trader si abituino all’utilizzo di grafici in un determinato periodo di tempo: forse il preferito è quello che ha dimostrato di essere più redditizio nel trading in passato o forse è proprio quello in cui gli indicatori sembrano funzionare meglio. Qualunque sia la ragione, questo tipo di approccio ha i suoi punti deboli. Guardare un mercato attraverso un singolo lasso di tempo, è come guardare un problema da una singola dimensione.

Ciò che potrebbe sembrare una buona opportunità di trading su un time frame, può sembrare completamente diverso se visto su una scala temporale diversa. Senza contare che questo approccio trascura completamente le complesse realtà dei mercati finanziari, che sono influenzate da persone reali, con diverse motivazioni di investimento e diversi orizzonti temporali di investimento.

Che cos’è il trading su più timeframe?

Fare trading su più timeframe significa analizzare il mercato su più periodi di tempo. Lo scopo di fare trading su più time frame è quello di portare le informazioni di diverse scale temporali nella fase di decisione, pianificazione ed esecuzione.

Con la maggior parte delle strategie multi time frame, vengono distribuiti almeno tre diversi periodi di tempo. Ognuno di questi ha uno scopo distinto:

  • Il livello più alto, il grafico del periodo più lungo, viene utilizzato per la strategia;
  • Il time frame centrale è per la pianificazione tattica;
  • Il terzo, il frame temporale più basso, è per l’esecuzione.

Ad esempio, il grafico del periodo più alto potrebbe essere il grafico giornaliero, il timing centrale a quattro ore e il più basso sull’orario.

Nella contrattazione su più timeframe, gli analisti tecnici usano l’analogia delle onde: il periodo di tempo più lungo è chiamato marea, il tempo medio è l’onda e il periodo di tempo più basso è l’ondulazione.

Perché è necessaria l’analisi su più timeframe?

Una motivazione per questo tipo di analisi è che aiuta a risolvere i segnali in conflitto. Questo può avvenire dove un indicatore sta dando un segnale di acquisto, mentre un altro, su una scala diversa e sullo stesso tempo, sta segnalando una vendita. In effetti, entrambi potrebbero essere giusti se applicati alle rispettive scale temporali.

L’ipotesi del “mercato frattale”, ci dice che i mercati finanziari non sono dominati da una sola forza onnipotente, ma sono composti da distinti gruppi di investitori con diversi orizzonti temporali. Il fatto che questi partecipanti abbiano obiettivi diversi e quindi utilizzino diversi tipi di informazioni, significa che ogni periodo di tempo può e deve mostrare un’immagine ben diversa; ciò è necessario affinché il mercato rimanga stabile.

La conclusione è che guardando un mercato in un periodo di tempo, semplicemente non ti sta visionando il quadro completo.

Con un approccio a più intervalli di tempo può essere possibile ottenere una panoramica di questi flussi di denaro e da ciò prendere decisioni di trading più proficue. Oltre a questo, può aiutare a prevedere quando le relazioni tra i diversi gruppi stanno crollando e quando il mercato si sta dirigendo verso una fase di instabilità.

Scrivi un commento

visualizzare tutti i commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi. I campi obbligatori contrassegnati come *