O tutto tutto o niente niente sul calendario economico


Se la scorsa settimana avevamo proprio tutti i dati più importanti da un punto di vista fondamentale sul calendario economico, questa settimana abbiamo quasi niente. Non ci credi? Scoprilo nella continuazione di questa lettura.

Il calendario economico e i dati macroeconomici da tenere in considerazione

Andando a leggere il calendario di questa settimana, posso osservare le seguenti notizie (distinguendo materie prime dalle valute):

Materie Prime

Per quanto riguarda le materie prime (US OIL e NGAS) devi segnarti le seguenti date:

  • Mercoledì 8 novembre alle ore 16:30: Scorte petrolio greggio
  • Giovedì 9 novembre alle ore 16:30: Scorte di gas naturale

Valute

Nella giornata odierna non abbiamo nessun dato macroeconomico da segnalare da parte del calendario economico, ma attenzione alla giornata di domani con le due conferenze stampa di Mario Draghi e Janet Yellen.

Domani invece:

  • Ore 4:30 Tasso di interesse australiano: la decisione della Reserve Bank of Australia (RBA) sui tassi d’interesse a breve termine. La decisione sul livello al quale fissare i tassi d’interesse dipende sostanzialmente dalle prospettive di crescita e dall’inflazione. L’obiettivo principale della banca centrale è il conseguimento della stabilità dei prezzi. Tassi di interesse elevati attraggono investitori stranieri alla ricerca del migliore ritorno esente da rischi” per il loro denaro, il che può innalzare in misura significativa la domanda di valuta di quel paese.
  • Ore 16:00 Nuovi lavori JOLTs USA

Mercoledì avremo la seguente news:

  • Ore 21:00 Tasso di interesse neozelandese

Nella giornata di giovedì non abbiamo nessun dato macroeconomico da segnalare da parte del calendario economico.

E infine andiamo a chiudere questa settimana da un punto di vista fondamentale con la seguente notizia:

  • Ore 10:30 Produzione manifatturiera inglese: l’indice della Produzione manifatturiera misura il cambiamento della produzione totale nel settore manifatturiero UK. Rappresenta un buon indicatore della forza del settore manifatturiero. Le aziende manifatturiere rappresentano circa l’80% della produzione industriale totale.

Scrivi un commento

visualizzare tutti i commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi. I campi obbligatori contrassegnati come *