Il cambio euro dollaro alla prova dei supporti statici e dinamici


Il cambio euro dollaro si trova davanti a due supporti importanti: uno statico e uno dinamico. Il prezzo ha ritracciato dai massimi di inizio maggio, e trovandosi comunque in un trend rialzista, questo movimento da parte del prezzo porterebbe “benzina” per un ulteriore spinta nelle prossime sedute di mercato.

Paragrafi principali:

Il punto di vista analitico del cambio EURUSD

Ci sono tre punti di vista in ottica analitica su questo cambio che andrò ad analizzare, ovvero:

  • Dati macroeconomici
  • COT
  • Market Profile

Dati Macroeconomici

Per quanto riguarda l’euro, abbiamo le seguenti notizie macroeconomiche:

  • Bilancia commerciale: il dato è stato superiore alle attese degli analisti
  • IPC: il dato ha rispettato le attese degli analisti
  • Indice dei principali prezzi al consumo: il dato ha rispettato le attese degli analisti

Per quanto riguarda il dollaro invece:

  • IPC: il dato ha rispettato le attese degli analisti
  • Permessi di costruzione rilasciati: il dato è stato inferiore alle attese degli analisti
  • Indice produzione FED Filadelfia: il dato è stato inferiore alle attese degli analisti
  • Vendite abitazioni esistenti: il dato è stato superiore alle attese degli analisti

COT

Da un punto di vista del COT, puoi notare come sull’euro in questo ultimo periodo non ci siano grandi variazioni, né sulle Net Position e né sul Cot Index. Di conseguenza, prima di fare nuove analisi aspettiamo u movimento netto da parte dei contratti.

Abbiamo una situazione analoga anche sul dollaro, e come sull’euro né il Cot Index e né le Net Position hanno subito grandi variazioni.

Market Profile

Da un punto di vista del Market Profile, su un time frame 4H, puoi notare come il prezzo si trovi attualmente al di sotto della value area. Di conseguenza, appena si verrà a formare un supporto di contratti in acquisto, ci potremo posizionare al rialzo.

cambio euro dollaro

Il punto di vista grafico del cambio euro dollaro

Passo ad un punto di vista grafico per quanto riguarda il cambio euro dollaro, ed andrò ad analizzare i tre time frame di riferimento.

Mensile (Monthly)

Su questo time frame non è cambiato molto rispetto all’ultima analisi fatta due settimane fa, di conseguenza ti rimando al seguente articolo: “L’Euro e il Dollaro in guerra tra di loro

Settimanale (Weekly)

Su questo time frame confermo quello che ho detto nel mensile.

Giornaliero (daily)

Su questo time frame, puoi notare come il prezzo stia ritracciando dai precedenti massimi toccati ad inizio maggio. Parlo di ritracciamento a causa del trend rialzista iniziato a dicembre dell’anno scorso.

Sarà interessante vedere come si comporterà il prezzo una volta vicino al supporto statico posto in area 1.1130 e al supporto dinamica.

Da un punto di vista degli indicatori, abbiamo un MACD al di sotto dello 0 con il suo relativo istogramma, un RSI che si sta avvicinando nuovamente alla sua zona di ipervenduto mentre le medie mobili esponenziali sono tutte piatte, a causa della lateralità compresa tra gli 1.1130 e gli 1.1480.

CONSIGLIO OPERATIVO: aspettiamo come detto pocanzi il prezzo sui due supporti, prima di entrare al rialzo o al ribasso.

cambio euro dollaro

Scrivi un commento

visualizzare tutti i commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi. I campi obbligatori contrassegnati come *