-1 settimana alla verità sul calendario economico, ma ora cosa fare?


Meno di una settimana per l’evento catalizzatore del mercato valutario sul calendario economico, ma nel mentre tanti dati da tenere sotto osservazione. Vuoi scoprire quali? Continua nella lettura di questo articolo!

Il calendario economico e i dati macroeconomici da tenere in considerazione

Andando a leggere il calendario di questa settimana, posso osservare le seguenti notizie (distinguendo materie prime dalle valute):

Materie Prime

Per quanto riguarda le materie prime (US OIL e NGAS) devi segnarti le seguenti date:

  • Mercoledì 6 dicembre alle ore 16:30: Scorte petrolio greggio
  • Giovedì 7 dicembre alle ore 16:30: Scorte di gas naturale

Valute

Nella giornata odierna non abbiamo nessun dato macroeconomico da rilevare da parte del calendario economico.

Nella giornata di domani invece:

  • Ore 1:30 Vendite al dettaglio australiane: le Vendite al dettaglio rappresentano una misurazione mensile di tutti i beni venduti dai venditori al dettaglio in Italia, su una base a campione di punti vendita di tipologie e dimensioni diverse in Australia. Si tratta di un indicatore importante della spesa dei consumatori ed è altresì correlato alla fiducia dei consumatori e considerato un indicatore di crescita dell’economia australiana.
  •  Ore 4:30 Tasso di interesse australiano
  • Ore 10:30 Indice dei direttori agli acquisti del settore dei servizi inglese
  • Ore 16:00 Indice ISM americano

Mercoledì invece:

  • Ore 1:30 PIL australiano 
  • Ore 14:15 Variazione occupazionale non agricola USA (previsione)
  • Ore 16:00 Tasso di interesse canadese

Giovedì abbiamo sul calendario economico la seguente news:

  • Ore 16:00 Indice Ivey canadese

Infine andiamo a concludere la settimana con queste notizie macroeconomiche:

  • Ore 10:30 Produzione manifatturiera inglese
  • Ore 14:30 NFP americani: l’indice Nonfarm Payrolls (salariati del settore non agricolo) misura la variazione nel numero di salariati nel corso dell’ultimo mese per tutte le attività non agricole. Il totale dei salariati del settore non agricolo rappresenta circa l’80% dei lavoratori che producono il Prodotto Interno Lordo negli Stati Uniti. Si tratta del dato singolo più importante contenuto nel rapporto sull’occupazione, che si ritiene offra le migliori indicazioni dell’economia. Le variazioni mensili e le revisioni delle numero di salariati possono essere alquanto volatili.
  • Ore 14:30 Tasso di disoccupazione americano

Scrivi un commento

visualizzare tutti i commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi. I campi obbligatori contrassegnati come *