Divergenza tra volumi e Nasdaq: idea di trading di breve periodo


Sul Nasdaq in queste ultime sedute di mercato si può osservare una divergenza tra prezzo e volumi. Questa situazione grafica può portare a possibili ingressi (rischiosi) contro trend, i quali si possono sviluppare e impostare nel seguente modo.

Analisi grafica Nasdaq

Analizzerò l’indice sui tre time frame di riferimento: mensile, settimanale e giornaliero

Mensile

Su questo time frame, puoi notare come il prezzo abbia raggiunto nuovamente il massimo assoluto in area 7.300 punti. Sarà interessante vedere se il prezzo avrà la forza di continuare al rialzo oppure ritracciare e tornare a ritestare il supporto dinamico, che oramai si trova ben distante dal prezzo attuale.

Prima di vedere cosa mi dicono gli indicatori, andiamo a scoprire quali sono i maggiori supporti/resistenze:

  • 7.300 (Resistenza e massimo assoluto)
  • 6.358 (Resistenza/Supporto)
  • 6.240 (Resistenza/Supporto)
  • 1.700 (Resistenza/Supporto)
  • 1.078 (Supporto)
  • 165 (Supporto e minimo assoluto)

Da un punto di vista degli indicatori, possiamo notare come il MACD sia al di sopra dello 0 con il suo relativo istogramma, l’RSI si trova nella zona di ipercomrpato mentre le medie mobili esponenziali sono tutte ancora orientate al rialzo.

Settimanale

Da un punto di vista grafico la situazione non cambia molto rispetto al time frame mensile sul nasdaq, quindi non ci dilungheremo più di tanto.

Giornaliero

Su questo time frame puoi notare come il prezzo nelle ultime sedute di mercato abbia rimbalzato più volte sul supporto dinamico o trend line rialzista, tracciata a partire dal 25 aprile di quest’anno. Osservando la divergenza tra i volumi e il prezzo, si potrebbe pensare a eventuali ingressi ribassisti sul break da parte del Nasdaq.

Da un punto di vista degli indicatori possiamo notare come il MACD sia al di sopra dello 0 con il suo relativo istogramma, l’RSI si trova nella zona di ipercomprato mentre le medie mobili esponenziali sono tutte ancora orientate al rialzo.

CONSIGLIO OPERATIVO: vista la divergenza tra prezzo e volumi, nel momento in cui l’indice americano romperà al ribasso la trend line rialzista si può impostare un trade ribassista. La posizione è rischiosa visto che si opera in regime di contro trend, quindi massima attenzione e applicare il corretto money management nel momento in cui si calcola la size.

nasdaq

2 Comments

Scrivi un commento
  1. fernando
    giugno 19, 15:21 fernando

    grazie luca…. preziosa osservazione!

    Rispondi a questo commento

Scrivi un commento

visualizzare tutti i commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi. I campi obbligatori contrassegnati come *