Borsa italiana alla prova del referendum


La borsa italiana in questo momento è condizionata al 99% dal referendum italiano di domenica 4 dicembre. Nella giornata di lunedì scopriremo quale direzione (rialzista o ribassista) possa prendere il nostro indice di riferimento.

Borsa Italiana

Analizzerò l’indice sui tre time frame di riferimento: mensile, settimanale e giornaliero

Mensile

Su questo time frame prima di tutto ho analizzato i principali supporti e resistenze dal 1998. Ho potuto notare i seguenti livelli:

  • 49.895 (Massimo assoluto)
  • 43.950 (Resistenza)
  • 24.000 (Resistenza)
  • 18.460 (Supporto)
  • 12.710 (Minimo assoluto e supporto)

Una volta capito quali sono i livelli chiave, puoi notare come dal 2007 la borsa italiana si trovi in una fase di trend ribassista conclusasi solamente parzialmente nel 2009, visto che poi il nostro indice di riferimento si è messo in una fase di lateralità compresa tra i 24.000 e i 12.710.

Al momento il prezzo continua ad oscillare all’interno di un range compreso tra i 17.276 e i 15.985 punti. Fin quando l’indice italiano rimane compreso all’interno di questo canale statico, è difficile fare una previsione.

Da un punto di vista degli indicatori, abbiamo un MACD al di sotto dello 0 con il suo relativo istogramma, un RSI che oscilla vicino la zona di ipervenduto mentre le medie mobili esponenziali sono tutte piatte.

Settimanale

Su questo time frame, oltre a vedere i supporti e resistenza tracciate sul mensile, possiamo individuare ulteriori livelli come:

  • 22.000 (Resistenza/Supporto)
  • 15.082 (Supporto)

Non c’è altro da aggiungere, visto che abbiamo una situazione analoga al mensile.

Giornaliero

Su questo time frame non c’è molto da aggiungere rispetto a quello che ho descritto nel mensile. Ovviamente la prova decisiva sarà domenica/lunedì mattina con i risultati del referendum italiano. Proprio in merito a questo argomento, a breve pubblicherò un ulteriore articolo, sugli scenari che si potrebbero prospettare se vincesse il no oppure il si.

Da un punto di vista degli indicatori, abbiamo un MACD al di sopra dello 0 con il suo relativo istogramma, un RSI che si sta avvicinando alla zona di ipercomprato mentre le medie mobili esponenziali sono tutte piatte.

CONSIGLIO OPERATIVO: aspettiamo il passaggio del referdum prima di aprire posizioni al rialzo o al ribasso.

borsa-italiana